Matematica e Fisica

Se Dio esiste, è un grande matematico.

Avvio di una campagna di un anno che ha preceduto il 70 ° anniversario della Dichiarazione universale dei diritti umani

Open House per i diritti umani presso la Chiesa di Scientology di Milano

Commemorazione del 10 dicembre 1948, adozione della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani (UDHR) da parte degli Stati Uniti Le Nazioni, le Chiese e le Missioni di Scientology lanciano un anno di attività per accrescere la consapevolezza e l'attuazione dei diritti sanciti nel documento.

L'adozione della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani il 10 dicembre 1948 fu una pietra miliare per l'umanità. Per la prima volta, c'era un'esposizione dei 30 diritti umani fondamentali da proteggere universalmente. Eppure, a quasi 70 anni di distanza, poche persone possono nominare più di tre o quattro dei diritti esposti in questo documento.

Oggi, nella Giornata internazionale dei diritti umani, le Chiese di Scientology in tutto il mondo aprono le loro porte per riunire le loro comunità nel nome dei diritti umani, con forum, workshop, cerimonie di premiazione e altri programmi educativi per aumentare la comprensione di questi diritti e portarli alla vita. Unirsi agli scientologist sono uomini e donne di tutte le fedi che assumono un ruolo guida nella difesa e nell'attuazione dei diritti umani nelle loro città. I Public Information Center nelle nostre Chiese di Scientology, con premiati video educativi sulla DUDU, sono aperti a chiunque desideri saperne di più sui loro diritti.

Capitoli di iniziative per i diritti umani sponsorizzati dalla Chiesa, United for Human Rights e il suo programma per giovani, Giovani per i diritti umani, stanno svolgendo passeggiate per i diritti umani, conferenze, petizioni e altri programmi educativi oggi in decine di città e città da Accra ad Atene, da Vienna a Veracruz e da Lucknow a Losanna.

 Human Rights Walk a Copenhagen

Human Rights Walk a Copenhagen

Ispirato alla visione del fondatore umanitario e di Scientology L. Ron Hubbard, le Chiese di Scientology sono attive nel campo dei diritti umani fin dai primi giorni della religione. Il Codice di uno Scientologist invita tutti i membri della religione a dedicarsi "a sostenere i veri sforzi umanitari nel campo dei diritti umani".

"È vitale che tutti gli uomini pensanti sollecitino i loro governi (per i governi stessi sake if no other) riforme radicali nel campo dei diritti umani. "

In un saggio del 1969, L. Ron Hubbard scrisse:" Le Nazioni Unite hanno trovato la risposta. Un'assenza di diritti umani ha macchiato le mani dei governi e minacciato le loro regole. Pochissimi governi hanno implementato qualsiasi parte della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani. Questi governi non hanno capito che la loro stessa sopravvivenza dipende interamente dall'adottare tali riforme e dare quindi ai loro popoli una causa, una civiltà che merita di essere sostenuta, degna del loro patriottismo. È vitale che tutti gli uomini pensanti sollecitino i loro governi (per le stesse ragioni dei governi, se non altro) in vaste riforme nel campo dei diritti umani. "

Più di 38.000 scuole hanno attuato l'iniziativa di educazione ai diritti umani sostenuta dalla Chiesa di Scientology. Circa 1,7 milioni hanno usato questi materiali, che sono stati distribuiti in 197 nazioni, per conoscere la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani.

La Chiesa è stata responsabile per l'attuazione di oltre 180 leggi per proteggere gli individui da pratiche abusive o coercitive nel campo della salute mentale.

Gli scientologist sono stati determinanti nel portare l'inclusione della protezione dei diritti umani nella Costituzione del Messico.

Negli ultimi 14 anni, la Chiesa ha sponsorizzato i summit dei diritti umani annuali alle Nazioni Unite e altri luoghi significativi, dove i sostenitori eccezionali dei diritti umani partecipano a conferenze con esperti in diritti umani, tra cui ambasciatori delle Nazioni Unite, seguiti da seminari in cui affina le loro competenze per diventare ancora più competenti nella diffusione dei diritti della Dichiarazione universale.

In un mondo dove i conflitti sono spesso riconducibili all'intolleranza delle credenze e delle pratiche religiose altrui, la Chiesa ha, da oltre 50 anni, rese la conservazione della libertà religiosa una preoccupazione prioritaria. La Chiesa ha stabilito precedenti legali in un paese dopo l'altro, tra cui Australia, Regno Unito, Spagna e Italia, risultando non solo nel riconoscimento religioso di Scientology, ma nello scartare le limitazioni antiquate e discriminatorie alla libertà di religione e credo e l'istituzione di lo standard per la definizione di religione e di beneficenza religiosa.

Nel prossimo anno, gli scientologist raddoppieranno i loro sforzi per creare un'ondata di comprensione e piena attuazione della Dichiarazione universale.

Per ulteriori informazioni sulle iniziative sui diritti umani la Chiesa sostiene, visitare il sito web di Scientology

Risorse

Seguire la conversazione su Twitter

Le opinioni espresse in questo articolo sono esclusivamente quelle dell'autore e non sono necessariamente quelle di World Religion News.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *